Archivia Ottobre 2019

Gran finale di stagione alla Roc d’Azur

Due gare del grande festival della Costa Azzurra hanno chiuso definitivamente la stagione 2019 di Pavan Free Bike. Un’annata chiusa in bellezza su un grande palcoscenico internazionale.

Ultime due gare dell’anno per Pavan Free Bike che ha chiuso la lunga stagione agonistica 2019 in Francia, con il week end della Roc d’Azur, il maggior evento di mountain bike nel mondo con 20.000 ciclisti professionisti, amatori, principianti, adulti, bambini, enduristi di qualsiasi età e livello, provenienti dai quattro angoli della Francia e da 50 paesi diversi.

Un finale che non poteva essere certo in sordina, e così è stato. C’era attesa, di fronte alla concorrenza internazionale per il terzetto della squadra brianzola che ha concluso la stagione 2019 con il sorriso. La gara del venerdì, la Mid Roc con oltre 800 partenti su un percorso di 33 Km è stato l’evento ideale per preparare la gara regina della domenica. Numerosi all’inizio, la battaglia per la vittoria si è ristretta ad una decina di corridori, con l’ex Elite tedesco Renè Hordemann che ha impresso un ritmo indiavolato sin dalle prime salite, incoronato vincitore davanti all’olandese Nils Van Tilt e al primo dei francesi, Maxime Agniel, ancora terzo come nel 2018. Ottima la prestazione di Renato Cortiana, quinto, alle spalle del francese Clement Trunet.

Renato Cortiana alla Roc d’Azur all’inizio della salita de l’Origan

Presenti nel gruppo di testa, gli uomini rosso-bianco hanno tenuto alta la competizione e dimostrato il loro valore atletico in una gara che il terreno secco e polveroso ha reso molto veloce. Notevole anche la prestazione di Cristian Vaira che ha chiuso con un ottimo nono posto, mentre Ivan Zulian, 11° è rimasto ai margini della top ten.

Per chiudere il tradizionale fine settimana del più grande evento della mountain bike nel mondo, la Roc d’Azur, 53 chilometri con 1.100 metri di dislivello su un percorso in gran parte cambiato rispetto allo scorso anno. Il duo composto da Renato Cortiana e Cristian Vaira ha firmato una vera impresa, i due portacolori di Pavan Free Bike hanno condotto in coppia l’intera corsa controllando al meglio ogni momento in gara e hanno concluso in 59ª e 60ª posizione assoluta, con più di 3.500 partecipanti! Ottima anche la gara di Ivan Zulian che ha occupato l’86° posto nella classifica generale fatta da tanti nomi illustri della mountain bike mondiale.

Cristian Vaira al termine dela salita del Col de Bougnon durante la Roc d’Azur

Il presidente Antonio Pavan traccia un primo bilancio: ”Con la Roc d’Azur possiamo tirare le somme su questa stagione che reputiamo estremamente positiva. Sapevano di essere competitivi, ma non certo ci aspettavamo tutti i successi di quest’anno. I nostri ragazzi hanno fatto grandi numeri e chiudiamo davvero bene la stagione anche in una grande manifestazione come la Roc d’Azur che per noi è diventata la festa di fine anno. Siamo veramente felici e speriamo che sia di buono auspicio per la prossima”

Gare ormai agli sgoccioli, per Pavan Free Bike è tempo di premiazioni

Rimane solo la Roc d’Azur nel calendario di Pavan Free Bike. E’ tempo di bilanci e premiazioni per una stagione eccezionale in termini di risultati agonistici.

A margine di una stagione straordinaria, comincia la serie di premiazioni a cui gli atleti di Pavan Free Bike sono invitati per ricevere riconoscimenti. Non si è ancora spento l’eco dello splendido evento che ha concluso le Santa Cruz Series con la festa finale in cui Cristian Vaira (Elite Sport 2) e Paola Bonacina (Master Woman 2), sono stati tra i 23 vincitori finali, che lo sguardo di Pavan Free Bike è già rivolto ai prossimi appuntamenti che vedranno sfilare i giovani biker della squadra di Sovico.

Venerdì 18 ottobre all’Auditorium di Nembro (BG), grande conclusione della stagione del fuoristrada bergamasco con le premiazioni dei tre circuiti orobici, BG Cup Lombardia, Orobie Cup Junior e Orobie Bike Challenge.
Nel circuito BG Cup Lombardia, patrocinato dalla Regione Lombardia, che è stato con le sue nove gare in tre province un efficace veicolo per la promozione della mountain bike sul territorio, i padroni di casa hanno recitato il ruolo di protagonista in tutte le categorie, ma nella fascia degli Allievi 1 anno, hanno saputo mettersi in mostra anche i ragazzi di Pavan Free Bike. Sarà Raffaele Uderzo a ricevere il riconoscimento per il secondo classificato, supportato dai compagni di squadra, Alessandro Bassi e Gabriele Romanò, sesto e settimo in classifica finale. Con loro ci sarà anche Giacomo Fossati che ha concluso al settimo posto tra gli Allievi 2.

Raffaele Uderzo, argento nel circuito BG Cup Lombardia

Nello stesso contesto verranno premiati anche le eccellenze del circuito Orobie Bike Challenge, circuito di quattro gare, rivolto in modo particolare alle categorie amatoriali con l’intenzione promuovere l’attività regionale fuoristrada. Tre medaglie d’oro per gli atleti di Pavan Free Bike, vincitori delle categorie Elite Sport 2 e delle due categorie Master Women 2, rispettivamente con Cristian Boffelli, Monica Maltese e Paola Bonacina. Trionfo della squadra brianzola, vincitrice anche della classifica per società e della medaglia d’argento tra gli Elite Sport 2 con Stefano Moretti.

Serata di riconoscimenti anche per il Gran Prix Valli Varesine venerdì 22 novembre presso il teatro “SOMS” di Cocquio (VA), circuito in cui Pavan Free Bike ha messo due titoli nel carniere con Stefano Bianchi (Juniores) e Gabriele Romanò (Allievi). Due vittorie finali e gli ottimi piazzamenti di Raffaele Uderzo, Alessandro Bassi e Giacomo Fossati (5, 6 e 7 tra gli Allievi) sono il bilancio conclusivo davvero lusinghiero nel challenge varesino. Il successo di questo team testimonia la bontà delle scelte eseguite due anni fa quando Pavan Free Bike decise di rivolgere la propria attenzione al settore giovanile. I ragazzi rosso-bianco sono stati bravi a dimostrare tutta la loro competitività e la voglia di fare risultato, in attesa di programmare la nuova stagione.

Fotografia © Photo Zoom