Tre maglie di Campione Regionale alla Marathon Bike della Brianza

Tre maglie di Campione Regionale alla Marathon Bike della Brianza

Alla Marathon Bike della Brianza Pavan Free Bike si celebra in gara e nel dopo gara con una festa. Testa bassa in gara e tutti a pranzo con la gastronomia del dopo gara e una cucina sempre pronta ad accogliere atleti, accompagnatori e amici.

Sempre attesa, anche quest’anno la Marathon Bike della Brianza che si disputa a pochi chilometri dalla sede del team, ha avuto una doppia valenza, quella agonistica, premiata con tre maglie di Campione Regionale Marathon e quella di festa in cui, terminata la gara, l’intera squadra veste gli abiti di festa.

Non ha festeggiato vittorie di giornata Pavan Free Bike nella marathon di Casatenovo che assegnava i titoli tricolori della specialità, ma i suoi atleti seppur orientati nelle stagione nelle gare di cross country, anche sulla lunga distanza non hanno fatto da comparse. Per quanto i bikers di Pavan Free Bike amino le salite, una gara di 80 Km e 2.300 metri di dislivello, non si può improvvisare, ma il tradizionale appuntamento settembrino non si può certo disertare, quindi questa particolare occasione diventa una maniera per stare insieme a tanti amici nel mondo del ciclismo e godersi il party dopo gara.

Una gara, ma anche una festa … dopo! Tutti in griglia per la partenza della Marathon con il coltello tra i denti, qualcuno con delle ambizioni, altri per vivere un’esperienza tricolore sui sentieri che si percorrono in allenamento, chi meglio di Giorgio Redaelli poteva approfittare di questa occasione per far segnare il miglior risultato per Pavan Free Bike. Il 39enne di Usmate Velate ha chiuso in 56ª posizione, secondo dei Master 2 e miglior atleta lombardo della categoria, premiato con la maglia di Campione Regionale. Dopo quattro partecipazioni al percorso più breve della manifestazione di Casatenovo, Redaelli ha affrontato il lungo, raccogliendo una grande soddisfazione nella gara che passa proprio sotto l’uscio di casa sua.

Tre posizioni dietro il Master 3 Alberto Riva ha concluso la gara al quinto posto di categoria, preceduto da avversari più preparati per le lunghe distanze tutti di altre regioni, che gli hanno concesso il titolo regionale. Buono anche il risultato di Mirko Gritti, nono tra i Master 1 a precedere Stefano Moretti, che dopo una buona prima parte di gara, ha pagato lo sforzo di un inizio nelle primissime posizioni degli atleti Master.

Sesto posto di categoria per Silvio Olovrap, Campione Regionale Marathon Master 5, nono per Giovanni Bartesaghi (Master 6), due veterani della Marathon Bike della Brianza che insieme mettono insieme 18 partecipazioni. Quarta piazza per Claudio Zanoletti (Master 7) che tornava a disputare la Marathon Bike della Brianza dopo anni luce, tanto è lontana la sua prima partecipazione che risale al 1999.

Campionessa Italiana Marathon a Casatenovo nel 2008, Karin Tosato ha concluso quest’anno nona assoluta tra le donne amatori, staccando il quinto posto di categoria. Hanno onorato la loro partecipazione anche Mirco Bertasa, Stefano Bonadei, Mario Nava, Cesare Moro che ha scelto la Marathon Bike della Brianza per il suo ritorno alle gare dopo l’intervento al femore che lo ha tenuto lontano dai campi di gara per più due anni e Carlo Bruzzone.

Buoni risultati anche sul più abbordabile tracciato Classic di 49 km dove Carlo Penzo ha aperto gli arrivi degli atleti rosso-bianco. Sesto assoluto e secondo di categoria, lo Junior di Schio ha conteso il primato al piemontese Giorgio Francisco. Indubbiamente una buona gara anche quella di Andrea Artusi, secondo Master 4 dietro l’ex Elite Klaus Fontana e 11° assoluto.

Un gradito ritorno quello di Ugo Morganti un atleta che da qualche anno era sparito dalle gare e che in passato ha dato lustro a Pavan Free Bike dapprima nella mountain bike e poi, con forte slancio nelle granfondo su strada, evidentemente con il 16° posto assoluto il 57enne di Sovico ha mostrato di sapere ancora andare in mountain bike!

Dal 20° al 22° posto ancora maglie rosso-bianco, nell’ordine Vittorio Bandini (7° Junior), Andrea Paleari (2° Master 2) e Alessandri Bassi (8° Junior), prima Women 3 Paola Bonacina (94ª assoluta) è riuscita a conludere nei 100, precedendo altri 178 concorrenti.