Benvenuti a … Mario Nava e Cesare Moro

Benvenuti a … Mario Nava e Cesare Moro

Due nomi storici della mountain bike amatoriale entrano a far parte di Pavan Free Bike. Una nuova opportunità per il loro infinito entusiasmo e motivazione, Mario Nava e Cesare Moro sono pronti ad allungare i loro risultati sportivi.

Mario Nava e Cesare Moro, due storie parallele nello sport della mountain bike, due nomi storici del movimento amatoriale di cui sono entrambi attivi protagonisti sin dalla seconda metà degli anni ’90. I due amici, classe 1964 e 1966 nel 2021 indosseranno ancora la stessa maglia, quella di Pavan Free Bike dopo aver trascorso insieme gli ultimi undici anni nelle stesse società.

Mario Nava, 56 anni di Villa di Serio, avrebbe potuto fare altri sport, ma la passione per la mountain bike lo ha preso nel ’93 quando ha partecipato ad un’edizione della Speedylonga, la gara monumento per i bikers bergamaschi. Quasi 30 anni di fatica in sella alla bicicletta sui sentieri della sua provincia e di tante regioni d’Italia a sgomitare nel gruppo, Mario è uno stakanovista della disciplina con una media di 20-25 gare all’anno.

Orobie Cup, Brescia Cup, Gran Prix d’Italia Masters, Marathon Tour, Rampitor, Off Road Cup Grand Prix Windtex, Coppa Lombardia MTB, Coppa Liguria MTB, Easy Cup MTB, Gatorade Tour, Gran Prix Tre Province, non c’è classifica in cui manchi il suo nome, anche come vincitore nel 2009 della Coppa Liguria e nel 2014 nel 4C Cross Country Cup CSI.

Due volte Campione Provinciale e vincitore nel 2002 del Gran Prix Regionale d’Inverno, Nava ha partecipato a tutte le 14 edizioni di Orobie Cup e a quattro di Brescia Cup, senza però mai vincere il circuito. Di rilievo sono comunque i podi nel challege bergamasco, concluso al secondo posto nel 2010 e 2013 e al terzo posto nel 2012, ma anche in quello bresciano dove nel 2015 ha terminato al secondo posto.

Più di cento i podi anche nelle gare regionali, nelle granfondo e nelle marathon nazionali, secondo nella Granfondo Terre Blu 2009, Adamello Bike Marathon 2012, Valcavallina Superbike 2013, terzo alla Speedylonga 2000, Adamello Bike Marathon 2009, Bike X-Treme 2009, D’Annunzio Bike 2015, Soprazocco Bike 2019 e u da ultimo, terzo alla Pedalanghe 2020.

Nemmeno un paio di brutti incidenti che hanno interrotto bruscamente due stagioni, con la frattura della clavicola nel 2010 e nel 2016 una lesione del radiale e omero hanno modificato il suo atteggiamento positivo, anzi con la sua determinazione e la voglia di trovare sempre un limite maggiore continua a scrivere la sua storia sportiva dall’ormai lontano 1993.

“Sono molto felice di poter entrare a far parte di Pavan Free Bike in cui arrivo grazie al consiglio del mio amico Zanoletti. A questo punto, vorrei ringraziare il Presidente, grande fautore dell’atmosfera positiva che regna in una squadra dall’organizzazione impeccabile. Dopo un anno di incertezza, tutti vogliamo riprendere da dove si era interrotto, nel mio caso lo scorso anno ho disputato solo tre gare, riuscendo a partecipare al Campionato Italiano Marathon a Capoliveri concluso per me con un ottimo risultato, a ottobre ho vinto la mia categoria al Campionato Regionale ACSI e ho fatto terzo alla Pedalanghe. Penso che più di ogni altra cosa, siamo tutti entusiasti di iniziare a correre insieme”

Nato nel 1966 a Crema, Cesare Moro, è un’altro dei personaggi più rappresentativi del ciclismo fuoristrada amatoriale, assiduo frequentatore delle gara orobiche in cui ha saputo conquistarsi sul campo gli innumerevoli successi della sua carriera che da più di 25 anni lo vede spostarsi dalla pianura cremasca per affrontare i selettivi percorsi delle valli bergamasche.

La sua passione per la mountain bike nasce a quasi 30 anni, dopo diversi anni nelle moto da enduro e qualche esperienza nel triathlon e nel nuoto. Nella sua prima gara, la Speedylonga del 1995 è uno dei tanti del “branco” e arriva al traguardo attorno alla 500ª posizione, tre anni dopo la affronta nuovamente e la conclude senza particolari problemi, ben avanti in classifica, 44° assoluto.
Nel 2000 arrivano i primi podi e sono un preludio di stagioni con grandi soddisfazioni, l’anno dopo arriva la prima vittoria alla Coppa del Mondo Salita UDACE e quello successivo la maglia di Campione Italiano Cross Country UDACE a Piovene Rocchette.

Nel 2003 cambia società e passa alla Polisportiva Villese nelle gare di Federazione e nei cinque anni nella squadra di Villa di Serio ottiene 16 vittorie, tra cui la classifica finale di Orobie Cup che vince due volte, ripetendosi nel 2009 con un’altra maglia, quella di Orobie Cup MTB. Qui incrocia Mario Nava e con lui condivide per più di dieci anni la permanenza in diverse squadre e tante battaglie sui campi di gara, fino all’approdo comune in Pavan Free Bike.

La carriera di Cesare Moro è stata molto lunga, numerose sono state le sue vittorie nelle gare regionali, ma è anche stato capace di vincere una medaglia d’oro ad un Campionato Italiano e di confrontarsi ad alti livelli anche in ambito nazionale agli Internazionali d’Italia, Grand Prix MTB d’Italia, Grand Prix d’Inverno.

15 edizioni di Orobie Cup disputate con 41 vittorie, 46 secondi posti, 30 secondi posti, quattro edizioni concluse da vincitore, sei al secondo posto e una al terzo posto, riassumono una lunga carriera interrotta purtroppo negli ultimi due anni per un infortunio che gli ha impedito di raccogliere altri allori.

“25 anni di gare nella mountain bike sono tanti e non è qualcosa che molte persone possono dire. Sono davvero orgoglioso di quello che ho ottenuto, ci sono così tanti bei ricordi, per non parlare di aver trascorso tanti anni insieme a tanti amici. Da due anni non corro per i postumi di una frattura al femore che spero di risolvere con un intervento già programmato, ma che continua a slittare causa Covid. Sono grato agli amici che mi hanno portato qui e ringrazio il team Pavan di avermi accolto. L’augurio è di fare un altro bel pezzo di strada insieme”