Archivia Giugno 2015

SUDTIROL SELLARONDA HERO – Marco Villa “Pavan Free Bike’s Hero” sul percorso mondiale della Val Gardena

Marco Villa compie la terza volta l’impresa e arriva vicino al podio della Südtirol Sellaronda Hero, la gara dove i big delle ruote grasse si sono sfidati per la conquistare della maglia iridata. Coraggio, determinazione, voglia di riscatto e alla fine un risultato notevole per Marco Villa alla spettacolare Südtirol Sellaronda Hero, la Marathon clou dell’anno che sui suoi 87 Km e 4.700 metri di dislivello ha assegnato i titoli mondiali della specialità. Venti minuti dopo la partenza dei big, sull’identico percorso dell’infuocata sfida iridata, Marco ha iniziato la sfida con se stesso e l’ha vinta, dopo che nel 2014 la sua terza partecipazione era rimasta un opera interrotta. 118° assoluto, su 1.776 classificati, quarto di categoria, 24° amatore al traguardo, ecco i numeri di una giornata che difficilmente il 34enne bergamasco potrà dimenticare, considerando che l’unica Marathon che aveva corso quest’anno era stata quella di Garda in aprile. Sui cinque passi della gara più dura al mondo (Gardena, Campolongo, Pordoi, Sella e Duron), Marco con la sua Kuota K- 29 Comp ha corso una gara priva di sbavature, dimostrando grande freddezza e lucidità nei momenti più delicati della corsa, terminata a soli tre minuti dal podio, dopo 5 ore 40’ 41” di gara, e l’impresa ne chiama già un’altra, con l’obiettivo di stare sotto le 5 ore e trenta, come lui stesso racconta. “Direi che è andato tutto bene, è stata una grande soddisfazione. Anzitutto ho vinto la sfida con me stesso, perché partecipare alla Hero è soprattutto uno stimolo per mettersi in discussione ogni anno e provare a spostare un po più in là i propri limiti, perché la Hero non è mai scontata … la crisi è sempre dietro l’angolo. Per me quest’anno è stata la quarta volta, dopo aver fatto terzo nel 2012 e quinto nel 2013, anche lo scorso anno stavo facendo un ottima gara quando sono completamente saltato negli ultimi 15 Km, arrivando sfinito addirittura a spingere la bici. Quest’anno c’era voglia di riscatto, di fare bene, ma soprattutto di arrivare senza crisi, così ho impostato una gara di regolarità, mai un fuori giri, mai un eccesso. Si poteva fare qualcosa meglio, ma sono comunque contento, del resto devo mettere sul piatto della bilancia le mie possibilità di allenamento e le mie caratteristiche atletiche. La testa è già alla Hero 2016 con l’obiettivo stare sotto le 5 ore e 30. Fattibile ma c’è molto da lavorare, ci proveremo” Emozione veramente grande sulle montagne di Lombardia anche per i due stradisti Massimo Vaninetti e Giuseppe Magni che hanno pedalato la prima edizione de La Campionissimo, la rinnovata versione della granfondo di Aprica, che da undici anni vede migliaia di ciclisti affrontare il percorso reso mitico da Marco Pantani nel 1994. Un tappone da Giro d’Italia con i suoi 155 chilometri e 3.600 metri di dislivello spalmati su due sole salite, ma che solo nominarle, nel mondo ciclistico, mettono i brividi: Passo Gavia e Passo Mortirolo. Vaninetti, 41 anni, valtellinese di Piantedo, al traguardo è giunto 103° assoluto e 24° della categoria Master 3, il sovicese Magni, alla sua prima gara ha concluso poco oltre la 500a posizione (625 i classificati).

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego

COURMAYEUR / OROBIE CUP – Buon fine settimana per Pavan Free Bike

Matteo Valsecchi vince a Courmayeur la gara Nazionale Amatori. Terza vittoria consecutiva per Marco Villa nel circuito Orobie Cup, accompagnata dai podi di Cristian Boffelli e Michele Bonacina. Un altro fine settimana positivo per Pavan Free Bike impegnata su due diversi fronti: Courmayeur MTB Event 2015 e la settima prova di Orobie Cup a Palazzago (BG). Nel pomeriggio di sabato, in Val d’Aosta è stato Matteo Valsecchi a suonare la carica vincendo a mani basse la propria categoria e terminando in seconda posizione assoluta la batteria che ha visto impegnati Elite Sport e Master 1. Il percorso, seppur asciutto, era molto lento e da guidare sia in salita che in discesa, ed è stata proprio la discesa a tradire Matteo che senza mezzi termini era partito con l’obiettivo di vincere l’assoluta. “Sono andato a Courmayeur con l’obiettivo di fare punti in vista del Campionato Italiano e per fare un pò di ritmo su un percorso cross country. Sono partito bene ed in cima alla prima salita ho scollinato insieme al primo Master 1, ma nella successiva discesa una scivolata mi ha fatto perdere una ventina di secondi che non ho più recuperato. Nell’ultimo giro, in virtù dell’obiettivo punti e visto il margine sul terzo, ho deciso di gestire la situazione”, ha detto Valsecchi, raccontando la sua gara. Ottimo quinto posto per l’Allieva Katia Moro nella tappa finale del Campionato di Società che ha aperto il programma della domenica a Courmayeur. L’impegnativo circuito di Dolonne ha messo invece in difficoltà i fratelli Confalonieri, che nonostante l’inesperienza a correre con coetanei più esperti e determinati, hanno saputo portare a termine le loro gare. A Palazzago si è corsa la settima tappa del circuito Orobie Cup, nella quale Cristian Boffelli è tornato a puntare alto, finendo terzo assoluto. Il ragazzo di Paladina ha fatto gara a se dietro alla coppia di testa e ha perso poi un po’ di concentrazione, permettendo agli inseguitori di rientrare, alla fine però ha reagito sulla salita del Pic Alt, mettendo in mostra le potenzialità per un ottima seconda parte di stagione. Giornata sfortunata per Marco Villa che dopo essere rientrato sul compagno di squadra, ha forato. Amarezza e delusione per il 34enne bergamasco che poteva giocarsi la quarta posizione assoluta, frustrazioni mitigate dalla vittoria di categoria, la terza consecutiva, con cui Villa consolida la sua leadership nel circuito orobico. “Nonostante la vittoria di categoria, non posso dire di essere del tutto soddisfatto di come è andata la gara – ha dichiarato Villa – Dopo aver raggiunto Cristian, insieme ad altri due avversari, abbiamo subito la sua reazione sulla terza risalita al Pic Alt e il nostro terzetto si è sgranato. Ho iniziato la discesa verso Palazzago in quinta posizione, una cementata facilissima, su cui purtroppo ho forato. Ho messo il fast, ma non ha tenuto e sono arrivato sul cerchio fino all’inizio dell’ultima salita, dove sono riuscito a cambiare la ruota. Ripartito a tutta ho recuperato ancora qualche posizione e mantenuto la prima di categoria, grazie all’ottimo vantaggio accumulato nella prima parte di gara. Peccato perché sull’ultima salita stavo davvero bene e anche nella successiva discesa tecnica avrei potuto giocarmi il quarto posto assoluto con accesso alla Top Master … pazienza ci riproviamo domenica prossima a Santa Brigida” Buona giornata per Michele Bonacina che ha concluso nono assoluto e, per la quarta gara consecutiva è salito sul secondo gradino del podio della categoria Master 3, avvicinandosi anche alla seconda posizione nella generale di Orobie Cup. Sorprende ancora Marco Colombo che ha nuovamente dimostrato il suo potenziale lottando per il sesto posto della categoria Master 1, mentre Paola Bonacina, quarta nella gara femminile è tornata dopo la giornata no di Costa Volpino nei pressi del podio. Archivia Palazzago con il settimo posto l’Esordiente Alessandro Conca con il quale ottiene il suo miglior risultato nel circuito Orobie Cup.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego

100KM DEI FORTI – Pokerissimo di Matteo Valsecchi a Lavarone

Appena vinto il suo secondo titolo regionale, Matteo Valsecchi ha siglato in Trentino il quarto successo nel circuito Trek-Zerowind che lo vede leader a punteggio pieno della categoria Elite Sport. Quarto round del circuito Trek-Zerowind Off Road Challenge e quarto successo di fila per Matteo Valsecchi nella 20a edizione della 100 Km dei Forti, con il fondamentale risultato del massimo dei punti conquistati su tutti i diretti rivali per l’ambito titolo del circuito nazionale. Il portacolori di Pavan Free Bike regala così al club di Sovico un nuovo e grande successo, calando il pokerissimo in una Marathon a cui teneva in particolar modo. Matteo ha interpretato la gara (93 Km e 2.700 metri di dislivello) in maniera perfetta fino per i primi 20 chilometri, poi ha dovuto inventarsi una tenace rimonta dopo una foratura per portare la sua Kuota 29-Comp al decimo posto assoluto, pedalando fra le fortezze dell’Alpe Cimbra, sfidando le salite e i temporali che non hanno risparmiato la corsa. “Sono molto contento della mia prova su una distanza così lunga, mai fatta prima e resa ancor più dura da fango e grandine. Sono partito bene e mi sono inserito nel secondo gruppo degli Elite all’inseguimento dei battistrada, ma dopo una ventina di chilometri ho dovuto fare i conti con una foratura che mi è costata tante posizioni. Alla seconda area tecnica sono riuscito a gonfiare la gomma e ho iniziato una rimonta che da oltre la 30a posizione mi ha portato a raggiungere la testa della gara degli amatori. A questo punto mi sono messo a ruota per recuperare, ma proprio quando si è accesa la battaglia, sono stato costretto a fermarmi nuovamente per togliere la mantella che era finita nel cambio. Il finale non è stata un’impresa facile, pian piano ho recuperato fino al decimo posto assoluto e l’aver concluso nella top ten questa dura gara è una grossa soddisfazione, soprattutto perché ho mantenuto un’ottima performance dall’inizio alla fine”, ha raccontato Matteo ancora ricoperto di fango. Presente su più campi di gara, Pavan Free Bike ha conquistato altre soddisfazioni grazie alle prestazioni dei suoi alfieri. In provincia di Brescia, sulle montagne di Borno, Marco Colombo è stato impegnato nella seconda edizione della Enjoy Altopiano del Sole, conclusa dal 30enne brianzolo in un ottima 24a posizione assoluta che gli è valsa il sesto posto di categoria. Risultato soddisfacente anche per Claudio Motta nelle Tre Valli Varesine Off Road disputata sotto un forte temporale e conclusa in 49a posizione assoluta dal 38enne di Verano Brianza. Ancora un piazzamento di rilievo per Katia Moro che sul ridente Altopiano di Brentonico nella seconda prova della Coppa Italia Giovanile ha concluso al sesto posto tra le Allieve del secondo anno, portando a casa i primi punti nel circuito giovanile della Federazione Ciclistica Italiana e contribuendo alla vittoria del Comitato Regionale Lombardo nella classifica dedicata.Buoni risultati anche a Stazzona (CO), nella settima prova del Master MTB Cicli Pozzi, dove oltre ai podi di Massimo Confalonieri e Matteo Gallucci, secondo e terzo tra i Debuttanti, si sono distinti con il quarto posto la giovanissima Cristina Confalonieri e il veterano Maurizio Brambilla. Quarto risultato utile nella Coppa Lombardia Strada per Massimo Vaninetti, 98° assoluto sul percorso mediofondo di 89 Km della Granfondo Cooperatori Terre di Lambrusco, disputata domenica ad Albinea (RE) e portata a termine da 462 ciclisti.

OROBIE CUP PARRE – Cristian Boffelli esulta in Val Seriana

Sul difficile circuito di Parre Cristian Boffelli coglie l’ennesima vittoria, una dimostrazione di forza che spiega perché è il leader del circuito Orobie Cup. Leadership anche per Stefano Meregalli nella Coppa Lombardia Summer. E’ così che gli atleti di Pavan Free Bike hanno fatto gli auguri al compleanno del loro presidente.Qualche giorno dopo il compleanno del loro presidente, Cristian Boffelli, Roberto Panzeri e Stefano Meregalli hanno fatto ad Antonio Pavan il loro regalo, un calorosissimo augurio che i tre ragazzi di Pavan Free Bike hanno spedito dalle gare di Parre (BG) e Cuasso al Monte (VA). In Val Seriana, Cristian Boffelli ha lottato per la vittoria finale nella 18a edizione del “Trofeo Pais de Par”, ottavo atto del circuito “Orobie Cup”. Il 18enne di Paladina ha sfidato a viso aperto un Oscar Lazzaroni determinato a riprendersi la maglia gialla di leader del circuito orobico che Cristian gli aveva sfilato a Grumello del Monte. Il portacolori di Pavan Free Bike ha cercato di resistere agli attacchi di Lazzaroni per la prima parte della gara e nella seconda si è preparato per un possibile arrivo in volata. Sullo strappo finale con pendenze proibitive i due sono arrivati insieme, poi Cristian ha sferrato l’attacco riuscendo a prendere pochissimi metri, incolmabili sul traguardo per il suo avversario. “Siamo arrivati ai 200 metri ancora appaiati e ho lanciato una lunga volata che mi ha permesso di vincere staccando proprio il mio rivale nel circuito. Il percorso era durissimo con salite molto ripide e discese viscide. Questa vittoria, la quarta assoluta della stagione, mi da carica per gli imminenti Campionati Regionali e per i Campionati Italiani Team Relay”, spiega un entusiasta Boffelli. Non è stato da meno, in termini di grinta e tenacia, Roberto Panzeri, che è salito sul podio di Parre grazie al secondo posto conquistato nella categoria Elite Sport 1. Brillante quarto posto invece per Stefano Meregalli, 25° assoluto alla seconda edizione della “Tre Valli Varesine Off Road”, granfondo di mountain bike valida per la “Coppa Lombardia Summer”. Dopo aver colto il successo nell’edizione “Spring” del circuito, il 21enne di Usmate Velate ha iniziato con il piede giusto anche la versione estiva del challenge lombardo vestendo dopo due tappe la maglia di leader della categoria Master Sport.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego

CAMPIONATO REGIONALE SEBINO – Matteo Valsecchi è campione regionale nell’Alto Sebino

Per il secondo anno consecutivo il lecchese Matteo Valsecchi è Campione Regionale. Podi di grande valore per Marco Villa e Michele Bonacina, mentre uno sfortunato Cristian Boffelli viene messo fuori causa da due forature. Ancora un successo per i colori di Pavan Free Bike con la conquista di un altro prestigioso titolo con Matteo Valsecchi che per il secondo anno consecutivo è campione regionale cross country nella categoria Elite Sport. Le soddisfazioni per il sodalizio sportivo di Sovico, arrivano ancora dal 23enne di Lecco che domenica sul tracciato di Costa Volpino ha centrato uno dei suoi obiettivi stagionali. Un riconoscimento frutto di una stagione importante che pone il biker lecchese ai vertici della mountain bike nazionale, con le sette vittorie, i quattro secondi posti ed un terzo posto ottenuti sinora. E proprio al tricolore puntano adesso i programmi di Matteo: “Quella di queste ore è stata una gran bella soddisfazione – ha dichiarato Valsecchi – sono felice per come è andato il week end, oltre che la stagione. Non posso che ringraziare Pavan Free Bike per l’indispensabile supporto, spero di continuare a divertirmi anche nelle prossime gare e di regalare alla squadra altre soddisfazioni” La vittoria del titolo da parte di Valsecchi, non è stata l’unica soddisfazione nell’Alto Sebino. A spingere i colori rosso-bianco del club brianzolo sono stati anche i bergamaschi Marco Villa e Michele Bonacina che hanno portato le loro mountain bike Kuota 29-Comp al secondo posto nella categoria Master 1 e al terzo nella Master 3. E’ mancata invece dal podio quella di Cristian Boffelli che senza le due forature avrebbe potuto ambire a posizioni ben più alte del sesto posto. Al via della corsa anche l’albiatese Marco Meregalli che quando è libero dagli impegni professionali con la Moto GP si mette il numero sul manubrio per prendersi qualche soddisfazione sportiva anche con la mountain bike. Settimo nella categoria Master 2, Marco, ha preceduto al traguardo i compagni di squadra Andrea Paleari, Maurizio Brambilla e Guido Colombo, finiti oltre il decimo posto nelle rispettive categorie. Positive anche le prestazioni di Paola Bonacina che ha concluso al settimo posto la gara femminile, salendo sul secondo gradino del podio della categoria Master Woman 2. Domenica di riposo invece per l’Allieva Katia Moro che martedì 2 giugno nella prova di Campionato Regionale in Valgandino aveva concluso la gara che assegnava i titoli lombardi per le categorie giovanili in seconda posizione. Buona prestazione per il belluschese Marco Colombo che alla prima edizione della Maniva Bike Extreme ha concluso 15° assoluto, conquistando anche un ottimo terzo posto di categoria. Soddisfatti del risultato anche Stefano Meregalli e Claudio Motta che sul duro tracciato del comprensorio del Maniva hanno trovato una giusta intesa e hanno concluso in 73a e 74a posizione. Week end soddisfacente anche per Marco Tagliani, Werner Villa e Gianluca Battipaglia che hanno portato a termine l’impegnativa gara che in 40 Km superava un dislivello di 1.867 metri.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego

OROBIE CUP – Colpo grosso di Pavan Free Bike alla Nember Bike

Matteo Valsecchi sul primo gradino e Cristian Boffelli sul secondo, per il club di Sovico la Nember Bike è stata davvero spettacolare! Ottime prestazioni di tutta la squadra che piazza quattro atleti tra i primi otto. A Berbenno vince anche Katia Moro.Gran risultato a Nembro (BG) nella sesta tappa di Orobie Cup per Matteo Valsecchi, autore della vittoria assoluta, accolta con la gioia di chi ha la consapevolezza di aver centrato un bersaglio dal peso indiscutibile. A completare un’altra trasferta da ricordare per Pavan Free Bike è giunta la seconda piazza nella classifica assoluta di Cristian Boffelli, ma anche la vittoria di categoria di Marco Villa e le posizioni d’onore nelle rispettive classi dei fratelli Michele e Paola Bonacina. “Sapevamo di poter dire la nostra qui a Nembro – racconta il Team Manager Claudio Cossa – ed indubbiamente siamo molto soddisfatti per essere riusciti ad ottenere questi risultati. Abbiamo portato a casa un buon bottino e in questa occasione abbiamo potuto sfruttare al meglio le nostre possibilità, siamo soddisfatti sia per la vittoria di Matteo e del secondo posto di Cristian, che per il risultato di squadra con quattro nostri atleti nella top ten” E’ arrivato a Nembro consapevole di avere una buona gamba Matteo Valsecchi e sul duro percorso della Valseriana ha realizzato la prima vittoria assoluta del 2015. Una gara perfetta, festeggiata sul podio con il compagno di squadra Cristian Boffelli, bravo ad aggiudicarsi in volata il secondo posto immediatamente alle spalle del 23enne lecchese. “Vincere la mia prima gara assoluta è un’ottima sensazione – queste le prime parole di Matteo – Non avendo avuto occasione di provare il percorso, ho scelto una tattica prudente che mi consentisse di gestire le discese senza rischi inutili. Ho costruito la mia vittoria sull’ultima salita, dove ho affondato il colpo decisivo e ho messo in crisi il gruppetto al comando della corsa, poi ho proseguito di buon passo fino all’arrivo dove il mio vantaggio ha raggiunto i due minuti, nonostante due sbagli di percorso”. In settima posizione Marco Villa è stato il migliore dei Master 2 ed ha raggiunto con i punti del vincitore la vetta della generale della categoria, mentre Michele Bonacina, ottavo assoluto e secondo Master 3, ha rosicchiato punti nella classifica generale di Orobie Cup. Ottimo secondo posto anche per Paola Bonacina nella gara femminile che ha guadagnato punti importanti per riportarsi nella parte alta della classifica. Dopo Affi e Rezzato, Katia Moro ha infilato in Valtellina la terza vittoria consecutiva. Data significativa per la giovane Allieva di Cazzano Sant’Andrea che con il primo posto nel Circuito dei Mulini di Berbenno ha fatto un bel regalo di compleanno a papà Valerio. Nella categoria Allievi decimo posto per Massimo Confalonieri, mentre nella Esordienti Femminile la sorellina Cristina ha concluso settima.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego