Archivia 30 Marzo 2015

SOUTH GARDA BIKE – Pavan Free Bike festeggia altre due vittorie

I ragazzi del team hanno preso parte alla South Garda Bike dove Matteo Valsecchi ha conquistato la terza vittoria del 2015.
Bella vittoria a Braone di Katia Moro che inizia il circuito Brescia Cup da leader. Battuta d’arresto alla prima trasferta per Ugo Morganti che assaggia l’asfalto della Statale della Val Tidone.
Un fine settimana vivace per Pavan Free Bike impegnato a Medole per la South Garda Bike e contemporaneamente su altri quattro fronti con la squadra mtb ed il gruppo degli stradisti. Partendo dalla marathon mantovana, dove erano presenti nove rappresentanti della formazione brianzola, a salire sugli scudi è stato Matteo Valsecchi, 30° assoluto in una gara velocissima che ha visto al via tutti i nomi che contano della mountain bike italiana.
Dopo 63 Km con tanta pianura e brevi strappi, la gara ha visto sulla linea del traguardo una volata di un gruppo con venti corridori e altrettanto hanno fatto altri dieci per le successive posizioni, tra questi Matteo, che ha concluso la gara a soli 44 secondi dal vincitore assoluto, assicurandosi il primato della categoria Elite Sport. Buon esordio stagionale di Roberto Panzeri, 78° assoluto e settimo di categoria, seguito da Stefano Meregalli che si è assicurato la 17a posizione.Tra gli altri atleti si sono messi in luce i lecchesi Giancarlo Gargantini (25° Master 5) con poco distante Massimiliano Fumagalli (39° Master 4), seguiti dai compagni di squadra Marco Colombo (398°), Claudio Motta e Werner Stefano Villa, rispettivamente 499° e 843° alla loro prima gara del 2015 e, a concludere Gianluca Battipaglia.
Inizio migliore nel circuito Brescia Cup 2015 non ci poteva essere per Katia Moro, vincitrice a Braone della categoria Allievi Femminile dopo una lotta sul filo dei secondi con Ilaria Pola e subito leader di categoria.
Quinto posto di classe per Maurizio Brambilla a Lambrinia di Cignolo Po (PV) nel Trofeo Luca Rezzani, terza prova della Columbus Cup di MTB, circuito che nella gara di apertura a Crespiatica (LO) lo aveva già visto conquistare una buona sesta posizione. Buona prova anche per Andrea Paleari nella gara di Lomazzo (CO) che apriva l’edizione 2015 del Circuito dei Parchi. Decimo posto di categoria per il 25enne di Sovico, 38° assoluto. Ha replicato il successo dell’anno precedente la Granfondo di Sant’Angelo, che domenica 29 marzo ha dato il via alla sua sesta edizione con ben 1.600 ciclisti al via.
Non ha avuto le stesse soddisfazioni dello scorso anno invece Ugo Morganti a cui purtroppo una caduta, fortunatamente senza gravi conseguenze, ha tolto ogni possibilità di ripetere il podio del 2014. Unico al traguardo per Pavan Free Bike nella gara di apertura della Coppa Lombardia Granfondo-Mediofondo Strada, Massimo Vaninetti che ha pedalato il percorso Mediofondo (120 Km) in 3 ore 40’ 26”, tagliando il traguardo a Sant’Angelo Lodigiano in 213a posizione assoluta.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego

CAPRIOLO / BARDOLINO – Quattro eccellenti podi per Pavan Free Bike a Capriolo

Katia Moro conquista la sua prima vittoria in bianco-rosso, ottimo secondo posto di Marco Villa. Salgono sul terzo gradino del podio Matteo Valsecchi e Cristian Boffelli.
Quattro podi, è questo il premio per Pavan Free Bike alla prima gara di Orobie Cup disputata a Capriolo, in Franciacorta.
Un grande risultato per la squadra brianzola che, in un week end davvero positivo, ha confermato di poter dire la sua per le prime posizioni assolute, ma anche di poter raccogliere ottimi risultati nelle diverse categorie.
Contento del suo quinto posto assoluto Matteo Valsecchi che, dopo aver lottato ad armi pari per tutta gara con la coppia che ha animato la corsa, il colombiano Diego Alfonso Arias Cuervo e Oscar Lazzaroni, ha ceduto alla fatica solo sull’ultima salita, cedendo però a due avversari che sono riusciti a riorganizzarsi ed a recuperare sul lecchese, che ha così chiuso la sua prova al quinto posto, salendo sul terzo gradino del podio di categoria.
Se Valsecchi ha confermato il suo livello ai vertici della classifica, la gara di domenica scorsa ha anche dato un buon riscontro ai nuovi innesti di Pavan Free Bike per la stagione 2015, dimostrando che tutti gli atleti sono in crescendo di condizione.Bene Marco Villa che ha chiuso secondo di categoria (Master 2) e Cristian Boffelli, terzo Elite Sport 1, autori due ottimi risultati.
Si è distinta ottimamente anche l’Allieva Katia Moro che, con una prestazione maiuscola, ha messo a segno la sua prima vittoria con i nuovi colori. Grazie alle buone prove di Michele Bonacina, ottavo Master 3 alla sua prima gara della stagione, Paola Bonacina, ottava come il fratello nella classifica femminile, Massimiliano Fumagalli (10. Master 4), Marco Meregalli (12. Master 2), Maurizio Brambilla (19. Master 4), Giancarlo Gargantini (23. Master 5) ed Andrea Paleari (30. Elite Sport 1), Pavan Free Bike inizia Orobie Cup al quinto posto nella classifica per società. Impegnati invece in Veneto Stefano Meregalli, Franco Castelletti, Claudio Motta e Marco Tagliani che hanno scelto per il loro esordio stagionale la “Bardolino Bike”, point to point che si sviluppata su 42 chilometri sul territorio collinare di Bardolino. Senza l’ambizione del piazzamento finale,i quattro bikers brianzoli hanno portato a termine la gara che ha visto al traguardo oltre mille classificati.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego

X-Bionic / Laigueglia – Esordio con podio per Pavan Free Bike

Ad Asola è iniziata la stagione 2015 del team. Arriva subito un bel risultato con il podio conquistato da Matteo Valsecchi, il secondo posto del lecchese conferma che anche quest’anno Pavan Free Bike sarà protagonista.
Ottima partenza per la squadra brianzola che ha cominciato ufficialmente con la X-Bionic Challenge la stagione 2015. Al termine di una gara incerta fino all’ultimo metro, Matteo Valsecchi non è riuscito per pochi centimetri a bissare la vittoria della passata edizione, al termine di una corsa agonisticamente molto accesa che ha evidenziato la grinta del 23enne lecchese nonché la sua eccellente condizione atletica. Subito dopo la partenza nella bagarre per le posizioni di testa, Matteo ha rotto immediatamente il ghiaccio, senza però riuscire ad andare in fuga.
Il veloce e pianeggiante tracciato mantovano ha favorito una gara in gruppo con nove corridori che alla fine hanno risolto la questione in una lunga volata, nella quale Matteo ha provato un disperato attacco finale, mancando di poco la stoccata finale, come ha poi sottolineato a fine gara: “Dopo una parziale selezione, siamo rimasti davanti in una decina, ma nonostante gli scatti e contro scatti non siamo riusciti a trovare l’accordo per frazionare il gruppo. Solo a dieci chilometri dall’arrivo sugli ultimi strappetti, è avvenuta la selezione, ma più si avvicinava il traguardo, più la volata sembrava scontata. Sono entrato nel lungo rettilineo d’arrivo in quarta ruota e purtroppo sono riuscito solo ad affiancare il vincitore di giornata, un vero peccato, ma le volate sono questioni di attimi”.
L’allungo vincente è stato quello del trevigiano Ivan Zulian che l’anno scorso a Gorizia aveva vinto il titolo tricolore tra gli Elite Sport, con Valsecchi che ha chiuso al secondo posto, un risultato di tutto rispetto, quello dell’atleta in bianco-rosso, che conferma il buon lavoro svolto durante la preparazione invernale.
Presenti anche Marco Villa che, alla sua prima gara con i colori Pavan Free Bike, ha tagliato il traguardo in 35ª posizione (8. di categoria) e Cristian Boffelli, arrivato più indietro, ancora in ritardo nella preparazione.
Invece, è stata impegnata a Laigueglia (SV) nella prima prova del Campionato Italiano Giovanile di Società, Katia Moro. Sulle alture della cittadina ligure, la giovane Allieva di Cazzano Sant’Andrea ha concluso la sua prima gara della stagione al quinto posto di categoria. Infine, Maurizio Brambilla ha partecipato alla terza prova della Columbus Cup di Crespiatica (LO).
Buona prova per il 45enne di Verderio Inferiore, che ha concluso la gara al sesto posto di categoria.

Pavan Free Bike
Ufficio Stampa – Giovanni Perego