Si comincia con un podio a Calusco d’Adda

Si comincia con un podio a Calusco d’Adda

Parte dal podio la nuova stagione di Pavan Free Bike. Gianluca Cerri nella sua prima gara del 2022 conquista un bellissimo secondo posto.

Prima gara della stagione 2022 per la mountain bike e primo podio per Gianluca Cerri, quarto assoluto nel 33° Trofeo Autoghinzani, la gara che come da tradizione ha inaugurato il calendario il 6 gennaio a Calusco d’Adda.

Se come dice il proverbio “chi ben comincia è già a metà dell’opera” allora Pavan Free Bike ha di che sorridere già dopo la prima gara del 2022, un’annata che affronterà con una squadra fortemente diversa rispetto a quella delle ultime stagioni. L’ottimo esordio dei giovani ragazzi delle categorie agonistiche nella prima gara dell’anno ha visto impegnato solo un piccolo spaccato della squadra che riparte dai giovani dopo i tanti allori conquistati in ambito amatoriale.
Il 21enne di Giussano ha fatto tutta gara nelle prime posizioni e ha aperto la stagione con il secondo posto nella categoria Open.

“Mi sentivo bene e così ho voluto stare davanti fin dai primi metri. E’ stato un bel modo per iniziare la stagione su un percorso molto veloce che alternava strappi secchi e tratti dove bisognava spingere il rapporto. Dopo aver scollinato in sesta posizione la salita dei Verghi, non sapevo cosa aspettarmi dalla gara, ho proseguito del mio passo e alla fine ho chiuso quarto assoluto e secondo Open, un buon risultato che dà morale e mi fa ben sperare in vista dei prossimi appuntamenti della stagione. Ho preso questa prima gara come un buon allenamento per iniziare ad alzare il ritmo e cercare di divertirmi, sono soddisfatto per me e per la squadra di questo buon esordio”

Incoraggiante sesto posto per Simone Cerri nella categoria Junior: “Ho fatto molta fatica visto che quest’inverno ho aumentato il carico di lavoro in palestra e ridotto le ore in bicicletta, ma tutto sommato mi sono divertito, è sempre bello tornare alle gare, dita incrociate per una bella stagione”

Due piazzamenti di spessore quelli dei fratelli Cerri, ottenuti al termine di una corsa di 25 Km all’interno del territorio del Parco Adda Nord, a cui si aggiunge un altro risultato confortante, l’ottavo posto di Vittorio Bandini al suo esordio nella categoria Under 23.

Se la gara di Calusco d’Adda ha aperto il 2022 della mountain bike, per Carlo Bruzzone il Campionato Italiano di Ciclocross è stata quella conclusiva del ciclocross. Sono stati due mesi intensi, in cui il 39enne di Masone ha affrontato tutte le prove del Giro della Liguria Ciclocross con la partecipazione ad una gara del Trofeo Lombardia-Piemonte Ciclocross e al Gran Premio Valfontanabuona Internazionale di ciclocross, chiuso al quarto posto. Con cinque vittorie e due secondi posti Bruzzone ha vinto il circuito ligure e con la partecipazione al Campionato Italiano in Friuli, in cui ha raccolto il dodicesimo posto, ha coronato l’esperienza invernale iniziata senza particolari velleità e finita in crescendo.

“Avevo iniziato solo per fare qualche gara locale per integrare l’allenamento e invece ho fatto 11 gare in due mesi e mezzo in cui non sono mancate delle piacevolissime sorprese. La mia prerogativa è sempre stata quella di divertirmi e la ciliegina sulla torta è arrivata sabato nella gara tricolore, ho trovato un percorso molto tecnico con tanto fango e in alcuni punti ghiacciato che ha evidenziato i migliori. Ho cercato di fare una gara regolare ma i tanti tratti a piedi con la bicicletta in spalla mi hanno messo in difficoltà, sono comunque contento dell’esperienza anche se speravo di entrare nei dieci, ma va bene lo stesso, ci saranno altre occasioni”